News

Finestre Mansarda: come scegliere gli infissi migliori e sconfiggere il problema della muffa.

La decisione più importante da prendere se scegli di abitare in mansarda?

Senza ombra di dubbio la scelta degli infissi da acquistare.

Gli infissi ideali per la mansarda sono quelli che, contemporaneamente, permettono di:

  • isolare i rumori esterni;
  • isolare dal punto di vista termico l’ambiente;
  • evitare la formazione di condensa e muffe.

L’acquisto di finestre per tetti comporta un investimento importante: in questo articolo potrai trovare delle linee guida per non commettere errori.

Insieme vedremo quali sono gli elementi che è bene considerare al momento dell’acquisto di finestre per tetti, quali caratteristiche devono avere, quali sono le cause e le principali soluzioni per evitare di creare l’ambiente ideale per la formazione di muffe.

 

Finestre per tetti: la scelta dei materiali, della tipologia di vetro e dell’apertura.

Al momento di acquistare le finestre da tetto, fai in modo che il modello scelto favorisca sempre l’entrata della luce, il ricambio d’aria e l’illuminazione naturale.
Una casa illuminata, esposta per la maggior parte del tempo al sole è un ambiente salubre dove vivere perché:

  • durante il corso della giornata accenderai per meno ore i riscaldamenti;
  • utilizzerai molto meno la luce artificiale;
  • avrai consumi energetici minori.

Per raggiungere questi “obiettivi” e non commettere errori al momento della scelta devi valutare attentamente:

  • il materiale del telaio;
  • la tipologia di vetro montato;
  • il tipo di apertura della finestra.

I materiali: legno, PVC e alluminio.

Tra i materiali utilizzati per le finestra da tetto troviamo il legno che per la sua bellezza e per la sua capacità di creare un clima caldo e accogliente, rimane un grande classico.

Se scegli il legno ti consiglio di accertarti che venga trattato e verniciato in modo che la manutenzione sia ridotta al minimo.

Il PVC si distingue per le sue proprietà isolanti e per la sua resistenza e, in alcune circostanze, viene preferito al legno perché reagisce meglio agli effetti del tempo.

Anche l’alluminio permette di avere ambienti sempre puliti, richiede una manutenzione facile e veloce e, nel tempo, conserva intatta la sua bellezza.

 

La scelta del vetro: fai in modo che la tua mansarda sia piena di luce.

Nella scelta del vetro per le finestre da tetto devi tener conto di due aspetti:

  • il risparmio energetico che puoi ottenere;
  • l’isolamento acustico;
  • la possibilità di avere una mansarda sempre piena di luce.

I vetri basso emissivi, utilizzati nella parte esterna della finestra, permettono di trattenere il calore all’interno della casa: se associati ad una vetrocamera favoriscono un isolamento termico perfetto.

Una vetrocamera è formata da una doppia lastra di vetro dove nel mezzo viene inserito un gas dal potere isolante.

Mentre i vetri assorbenti sono adatti a quelle case calde che assorbono il calore rilasciandolo all’esterno, i vetri selettivi aiutano a respingere le radiazioni ultraviolette; infine abbiamo i vetri fonoassorbenti che isolano dal punto di vista acustico ed i vetri riflettenti che respingono il calore.

 

La tipologia di apertura.

Solitamente l’apertura classica di una finestra prevede l’apertura delle ante verso l’interno: nel caso delle finestre da tetto questa opzione per ragioni di spazio non è sempre valida.

Ti consiglio di valutare l’apertura a scorrimento, ideale se hai una finestra molto grande e se lo spazio che a disposizione è limitato.

L’aspetto negativo è che non avresti una completa apertura dell’infisso.

L’apertura a libro riduce notevolmente lo spazio d’apertura ed è indicata quando si hanno porte-finestra; l’apertura a vasistas dovrebbe essere considerata come aggiunta a quella a battente per favorire l’aereazione della casa.

 

Finestre da tetto: come evitare la formazione della muffa e della condensa in mansarda.

Scegliere attentamente le finestra da tetto, valutando tutti gli elementi e gli aspetti di cui abbiamo appena parlato è un buon modo per evitare di favorire quelle situazioni in cui si forma la condensa che origina a sua volta la muffa.

La condensa è quello strato nebuloso che si forma quando dell’aria calda si scontra con una superficie fredda: raffreddandosi la quantità di acqua in eccesso si deposita sugli oggetti e sugli infissi sottoforma di condensa.

Il fatto che nelle abitazioni moderne siano presenti vetrate termoisolanti, strati isolanti e fughe ermetizzate permette da un lato di non disperdere il calore, dall’altro di aumentare la possibilità che si formi l’umidità.

Le case di una volta erano meno isolate e questo comportava un consumo energetico leggermente maggiore, ma c’era una maggiore ventilazione: in pratica la condensa si formava con una probabilità minore.

La soluzione?

Trovare il giusto compromesso tra riscaldamento e ventilazione in moda da creare un clima ottimale.
Per farlo non basta scegliere un buon infisso: è NECESSARIO avere delle BUONE ABITUDINI.

 

# Tieni controllata l’umidità.

Per una mansarda la temperatura ambiente ideale è di 21 gradi con un’umidità relativa dell’aria del 40% o 50%: quello che devi fare è tenere monitorato il livello di umidità in particolare in quelle zone dove vedi che la presenza di condensa è elevata.

Non appena compare la muffa agisci subito!

 

# Favorisci un ricambio d’aria costante.

In pochi rammentano questa buona abitudine: ventilare la propria casa è fondamentale a prescindere dal fatto che si tratti di una mansarda o meno.

Apri le finestre per almeno dieci minuti al giorno e, nel caso delle finestre da tetto, evita di farlo se sono accesi i riscaldamenti: oltre al maggior spreco di energia, l’area vicino la finestra si raffredda e questo favorisce la formazione di umidità.

Aprire le finestre è importante anche quando si cucina, quando si fa la doccia; mi raccomando infine di non stendere il bucato in casa: la nascita della muffa è assicurata.

 

Finestre da tetto: la proposta di Novalluminio.

La proposta di Novalluminio per quanto riguarda le finestre da tetto è rappresentata dai serramenti in alluminio a taglio termico.

Uno dei punti di forza della nostra azienda è sicuramente quello di essere in grado di realizzare infissi su misura andando incontro alle esigenze specifiche di ogni singolo cliente.

Per questo motivo ti invito a dare un’occhiata alla pagina dedicata alle Caratteristiche Tecniche dei nostri prodotti: qui puoi scoprire in che modo progettiamo e realizziamo i nostri infissi a taglio termico.

Ma perché il taglio termico?

Gli infissi a taglio termico sono il risultato del progresso tecnologico avvenuto negli ultimi anni nel settore dell’edilizia e sono i tuoi “migliori” amici per la creazione di un ambiente salutare dove vivere.

Scegliendo finestre in alluminio a taglio termico avrai la possibilità di ridurre il famoso effetto ponte, grazie alle proprietà isolanti e all’elevata conducibilità termica di questo materiale.

In una casa dove non ci sono infissi in alluminio a taglio termico la probabilità di avere ponti termici ed una forte dispersione di calore quando la temperatura interna è nettamente superiore rispetto a quella esterna è molto elevata.

Grazie agli infissi a taglio termico il flusso di calore non viene disperso: questa struttura infatti contiene schiuma poliuretanica che ostacola il passaggio di calore generato dal metallo.

Il risultato che ottieni?

Una forte riduzione delle spese energetiche, ovvero bollette più basse, una casa “sana” e ZERO problemi di MUFFA.