News

Gli effetti della stagione estiva sulla resistenza e sulla sicurezza delle porte e dei portoni blindati

Il sole e le alte temperature della bella stagione non sempre portano con loro vantaggiosi effetti positivi.

Per esempio, hai notato se il tuo portone blindato inizia ad essere scolorito o più opaco rispetto a quando l’avevi acquistato?

Molto probabilmente, se stai leggendo questo articolo la risposta è affermativa e, finalmente, puoi dire di aver trovato “la quadra del cerchio”.

Ecco chi sono i responsabili di quel “look” un po’ trasandato che il tuo portone blindato ha iniziato ad assumere da qualche tempo.

Acciaio inox per risolvere il problema della corrosione del pannello

La scelta di un materiale performante e di prima qualità per il proprio portone blindato è il primo passo per essere sicuri di aver acquistato un prodotto durevole.

La diretta conseguenza di un pannello corroso è infatti l’intera struttura della porta blindata che deve essere immediatamente sostituita per evidenti ragioni di sicurezza.

Uno dei materiali che più si presta alla protezione e alla resistenza nel tempo è l’acciaio inox.

Questo materiale si contraddistingue infatti per:

  • Elevata resistenza alla corrosione;
  • Ottimo coefficiente igienico;
  • Elevata lavorabilità, forgiabilità e saldatura;
  • Elevata durata nel tempo;
  • Facilità di pulizia;
  • Elevata resistenza agli agenti atmosferici;
  • Design unico e minimale.

È buona norma, prima di procedere con l’acquisto o la sostituzione della porta e/o portone blindato, informarsi ed affidarsi a rivenditori specializzati in grado di illustrarti tutte le caratteristiche tecniche del prodotto che stai per comprare.

All’azienda o al rivenditore al quale ti stai rivolgendo chiedi sempre chiarimenti e precisazioni su:

  • I materiali usati;
  • I metodi di lavorazione;
  • Eventuale presenza di sostanze nocive;
  • Le istruzioni, le precauzioni;
  • Le certificazioni;
  • La garanzia del rispetto delle normative.

SOS sicurezza, quando un portone blindato è veramente funzionale

Una superficie logorata e danneggiata annulla dunque, in buona parte, il vantaggio principale offerto dai portoni blindati ovvero, la sicurezza della propria abitazione.

Il livello di corrosione della superficie del pannello della porta blindata, è uno degli aspetti che non devono essere sottovalutati se si vuole essere sicuri dell’efficienza della soluzione scelta: ma non è il solo.

Per svolgere perfettamente il suo lavoro la struttura della porta blindata deve avere:

  • Un Controtelaio;
  • Zanche incassate nella muratura;
  • Un Telaio;
  • Cerniere di qualità;
  • Lamiera in acciaio esterna ed una interna;
  • Longarone di rinforzo;
  • Serratura di sicurezza;
  • Cilindro di sicurezza;
  • Aste di chiusura;
  • Deviatore di chiusura;
  • Doppia guarnizione di battuta.

La scelta del materiale della porta blindata

Per riuscire a fare di questo prodotto un vero e proprio scudo in grado di tenere al sicuro tutte le persone che abitano in casa, è necessario valutare e scegliere con attenzione il materiale.

Quelli più utilizzati sono solitamente per realizzare le porte sono:

  • Acciaio Inox;
  • Alluminio;
  • Legno.

La struttura di una porta blindata realizzata in legno è sicuramente meno resistente rispetto ad un’altra realizzata in acciaio inox o alluminio, ma esteticamente più gradevole.

Se non vuoi assolutamente rinunciare all’eleganza e al fascino di questo materiale puoi sempre scegliere di utilizzarlo per l’esterno: il risultato finale sarà senza dubbio un mix di sicurezza ed incredibile fascino.

Porta blindata, manutenzione e campanelli di allarme

La durabilità di una porta blindata dipende, oltre che dalla presenza delle caratteristiche analizzate fino ad ora, anche dall’attività di manutenzione.

Rumori sospetti e poco gradevoli, segni neri sul pavimento e qualche difficoltà al momento dell’apertura, devono essere considerati come campanelli d’allarme, come segnali che qualcosa nella nostra porta blindata non funziona più a dovere.

Prevenire è meglio che curare, su questo non c’è alcun dubbio ed è proprio per questo motivo che sarebbe opportuno effettuare degli interventi di manutenzione ordinaria periodica per evitare di arrivare al punto di dover sostituire l’intero portone blindato.

Cerniere e serrature sono gli elementi che dobbiamo tenere sotto controllo costantemente e sui quali anche tu puoi intervenire senza l’aiuto di un tecnico specializzato.

Cerniere

Ogni 8 mesi è bene controllare che lo spazio tra il lato inferiore della porta ed il pavimento non diminuisca e che sia uniforme, se durante l’usura della porta noti i famosi segni sul pavimento, vuol dire che i cardini vanno registrati ed oleati, e controllare che essi siano perfettamente avvitati, in caso contrario è necessario stringerli.

La serratura

Verifica costantemente il corretto funzionamento della serratura, in particolare fai attenzione al modo in cui la chiave entra all’interno della stessa.

Una chiave che gira con difficoltà, che produce rumori particolarmente sinistri ci sta comunicando solo una cosa, ovvero che la serratura sta per rompersi.

Il cambio di questo componente necessita nella maggior parte dei casi di un investimento notevole, dunque occhio!

Noi di Novalluminio ci occupiamo della produzione, progettazione e della commercializzazione di porte interne ed esterne, per un preventivo non esitare a contattarci.